Nuova fase piuttosto fresca dal 17-18 luglio. Caldo in aumento nell’ultima parte del mese

Gli amanti del caldo dovranno attendere, con molta probabilità, l’ultima settimana del mese di luglio. Anche a medio-lungo termine continua il trend gradevole senza eccessi di questa estate 2020. Anzi dal 17-luglio è prevista persino una fase atmosferica più fresca con il ritorno dell’instabilità e temperature al di sotto della media del periodo. Guardando questa carta a 500 hpa del modello europeo Ukmo a 120 ore per venerdì 17 luglio (figura 1) si intuisce l’arrivo di un break più fresco e temporalesco a partire dall’Italia centro-settentrionale.

Figura 1, Ukmo 500 hpa a 120 ore

Il calo termico potrebbe essere davvero molto pronunciato sabato 18 come conferma questa carta a 850 hpa del modello ECMWF (figura 2).

Figura 2, ECMWF, il fresco a 850 hpa per sabato 18

Quanto potrà durare questa fase fresca? Sicuramente per tutto il prossimo fine settimana con il rischio di acquazzoni e temporali ad oggi sicuramente impossibili da localizzare e da verificare se non individuando l’esatta disposizione delle correnti. Questa mappa per venerdì sera del modello americano Gfs testimonia il possibile ritorno delle piogge almeno al passaggio del fronte (figura 3).

Figura 3, possibile ritorno piogge tra venerdì e sabato

La media ensamble Gfs per il nord potentino ricalca il calo termico significativo del 18-19 luglio con temperature in graduale ripresa solo dopo il 21-22 luglio (figura 4).

Figura 4, Media Ensamble, quadro termico in ripresa ultima parte del mese

E’ nostra opinione che l’ultima settimana di luglio possa essere tipicamente estiva con caldo in progressivo aumento sia in quota che al suolo. Ci conforta questa mappa a lunghissimo termine di Reading per il 22 luglio (figura 5) secondo la quale aria nordafricana, dopo tanti giorni di latitanza, potrebbe far visita ai territori italiani partendo alle zone più occidentali.

ECMWF, possibile ritorno del caldo a lunghissimo termine

Ancora troppo presto per capire i risvolti sulla nostra regione, sempre che ve ne siano visto il lungo range temporale.  Alla prossima settimana.