Ondata di caldo eccezionale sull’Italia portata da “JOLANDA”, l’Anticiclone Nord-Africano, oltre 40 gradi su molte regioni.

Buonasera a tutti gli utenti di MeteoLucania, la giornata di oggi ha visto temperature in costante crescita, rispetto a ieri abbiamo registrato un aumento di almeno due gradi, le massime in alcune zone del Metapontino hanno raggiunto i +37 gradi, valori di oltre 35 gradi in generale sono stati registrati su tutti i settori orientali. Ha fatto molto caldo anche lungo l’Appennino a causa delle correnti orientali che vanno a generare una specie di effetto fohen sui settori occidentali.

La situazione non vedrà variazioni significative almeno per i prossimi 8-9 giorni, questo perchè l’Anticiclone sub-tropicale “JOLANDA” si coricherà proprio sulla nostra penisola, con il suo asse predisposto verso nord-est. Al suo interno seguiteranno ad affluire masse d’aria roventi provenienti direttamente dall’Algeria e dal deserto del Sahara. Non solo l’Italia sarà interessata da questo flusso Sahariano, molto secco e rovente, esso affluirà deciso anche su molti stati dell’Europa centro-meridionale, in particolare sui Balcani settentrionali dove si registreranno temperature molto alte, con probabili record. Sulla nostra penisola giugeranno isoterme molto alte oltre +25 gradi a 850hpa (1500 metri s.l.m.), isoterme che non sono rare dalle nostre parti, infatti in molte situazioni è proprio l’Italia centro-meridionale a vivere giornate di caldo torrido a causa di queste masse d’aria. In questa fase di caldo però a farne le spese sarà anche il nord Italia che vedrà l’arrivo di tali isoterme, molto alte per quelle zone, stupisce il fatto che tali isoterme reisteranno per diversi giorni (stimati almeno 8/9 giorni) su tutta la penisola. Tutto questo significa avere al suolo temperature fino a +40 gradi su molte regioni, con alcune zone che riusciranno addirittura a superarli. Superare la soglia dei 40 gradi è abbastanza semplice, in situazioni di richiamo pre-frontale, unito al microclima locale, stavolta però il tutto accadrà in condizioni meteo anticicloniche, nessun effetto pre-frontale, si tratterà di dominio anticiclonico totale. Tutte le regioni registreranno temperature roventi, ad esempio le mappe del GMWRF mostrano la presenza di 40 gradi di temperatura al suolo da nord a sud e la cosa eloquente è che tutto questo avverrà per diversi giorni.

Iniziamo subito con una mappa del LAMI perl a giornata di domani Martedi’ 01 Agosto (manca esattamente un mese all’inizio dell’Autunno Meteorologico, speriamo arrivi presto!)

La configurazione atmosferica a livello europeo, risulta abbastanza complessa. Il tutto è pilotato da una vasta struttura depressionaria posizionata tra Scandinavia e Inghilterra, composta da piu’ minimi depressionari. Uno di questi posizionato sull’Inghilterra, denominato BERNHARD è il principale responsabile della rimonta Sahariana verso la nostra penisola e parte dell’Europa centromeridionale. Sulla Penisola Iberica, nonostante stia affluendo aria rovente dal nord-africa, è presente una sorta di onda depressionaria associato al minimo Inglese, onda depressionaria che non ha fatto altro che scatenare l’afflusso di masse d’aria sub-tropicali verso le nostre regioni Italiane le quali sono andate a costituire un possente anticiclone denominato poi JOLANDA. Sul bordo dell’Anticiclone è poi presnete un flusso meno rovente, a causa di un vuoto barico posizionato a est della Penisola, buoto barico che comunque non è riuscito ad effettuare nessun moto retrogrado verso le nostre regioni. Durante le ore centrali però è possibile notare la presenza di diverse correnti d’aria, sulle regioni tirreiche le correnti sono disposte dai quadranti sud-occidentali, mentre su quelle del medio e basso versante adriatico affluiscono correnti orientali, le quali scorrono lungo il bordo orientale di JOLANDA, portate proprio da quel vuoto barico a est, tale situazione comunque finirà nel corso dei prossimi giorni quando l’anticiclone si rinforzerà talmente tanto da sopprimere qualsiasi cosa. L’azione di questa componente torrida continuerà almeno fino al 8/9 del mese di Agosto (parliamo dela nostra regione), successivamente le temperature subirebbero un calo per un cambiamento atmosferico portato da una circolazione instabile proveniente dall’Atlantico.

Nel dettaglio diamo uno sguardo alle temperature massime previste per domani Martedi’ 01 Agosto

La mappa del GMWRF risulta eloquente, spuntano temperature di 40 gradi sulla Pianura Padana, sulla Toscana, Umbria, Lazio e Sardegna, zone che si trovano proprio sull’asse di romonta di Jolanda il cui massimo si posizionerà sui Balcani settentrionali. Sul resto della penisola clima molto caldo, sulla nostra regione si raggiungeranno i +37/+38 gradi da San Nicola di Melfi fino al Metapontino, non avremo aumenti sostanziali rispetto alla giornata di Lunedi’, la differenza l’avvertiremo solo da Mercoledi’ quando il flusso all’interno di Jolanda si intensificherà espandendosi ulteriormente verso est.

Un almento importante che caratterizza quest’eccezionale ondata di caldo africano è l’indice di umidità, infatti risulterà molto basso su tutta la penisola, addirittura quasi assente in alcune zone dell’Italia centro-settentrionale, dove il pericolo di disidratazione è molto alto, prestare attenzione restando al chiuso nelle ore piu’ calde e bevendo molto. Qui di seguito alleghiamo la mappa appena descritta:

La mappa sopra inserita riguarda l’umidità prevista dal GMWRF alle ore 12.00 di Martedi’ 01 Agosto, notare i colori verdi presenti su tutta la penisola, essi evidenziano un indice di umidità inferiore al 50 %, addirittura sul centro-nord Italia e sulla Sardegna si arriverà ad un tasso inferiore al 15%! , mappe di questo tipo possiamo ammirarle raramente se non in queste situazioni di dominio anticiclonico imponente.

Nella giornata successiva, ovvero quella di Mercoledì 02 Agosto avremo un deciso aumento termico di alcuni gradi, portato dall’arrivo ulteriore di masse d’aria roventi da sud-ovest, le massime quindi si attesteranno sui 40 gradi su molte regioni, non sarà difficile superarli, alleghiamo di seguito quindi i valori massimi stimati dal GMWRF per tale giornata.

Mentre slla nostra regione sono previsti valori quasi sui 40 gradi, sull’Italia centro-settentrionale il caldo rovente sarà la parola chiave, con massime fino a 42 gradi sull’Emilia Romagna, valori pesanti uniti ad un indice di umidità molto basso. Farà caldissimo anche sul resto delle regioni tirreniche con 40/41 gradi sulla Toscana, Lazio, Umbria, e anche sulla Campania, clima rovente sulla Sardegna fino a 41 gradi. Sul resto della penisola molto caldo, le correnti orientali che scorrono lungo Jolanda andranno ad abbassare leggermente la sensazione di caldo sulle regioni del basso versante adriatico e al sud, ma anche qui seguiterà a fare molto caldo. Il problema principale è che tale situazione continuerà per diversi giorni, dobbiamo quindi metterci l’anima in pace e cercare di superare il tutto, non prima del 8/9 Agosto riusciremo a registrare un calo termico.

Per concludere alleghiamo il diagramma ensemble che mostra l’andamento termico e precipitativo per i prossimi 15 giorni:

Il grafico risulta molto chiaro, i membri ormai sono allineati e convergono sull’imminente fase torrida a cui saremo sottoposti nei prossimi giorni. Fino a Martedi’ 01 Agosto le temperature massime risulteranno stazionari, superiori ai +35 gradi sulla Basilicata, con punte di +37 gradi. Il vero aumento giungerà a partire da Mercoledì e si farà sentire specie da Giovedì in poi quando i 40 gradi toccheranno anche a noi. Dal grafico si nota anche la durata dell’onda calda, stimata almeno fino al 9 Agosto, solo da tale data sembra che i valori siano destinati a scendere riportandosi entro ferragosto sulla media del periodo, forse con il ritorno dell’instabilità. Nei prossimi giorni comunque non sono da escludere temporali di calore, specie nelle ore centrali del giorno. L’anticiclone anche se forte e torrido può risentire di effetti dovuti al microclima locale, l’assenza di umidità e la ventilazione possono contribuire ad innescare fenomeni instabili. Una cosa è chiara, la gravissima siccità che dura ormai da mesi è destinata a continuere ancora per diversi giorni, al momento non si vede nessun passaggio perturbato nel medio/lungo termine, speriamo che almeno dopo ferragosto una perturbazione atlantica riesca a rompere il muro anticiclonico portando qualche pioggia su un terreno ormai arido e assetato. La preoccupazione riguarda i possibili fenomeni violenti, immaginate questo grande caldo accumulato sulla nostra penisola, al primo sbuffo fresco da ovest si potrebbero originare sistemi temporaleschi pericolosi, questa ovviamente è solo una tesi remota, non prevedibile, al momento la realtà è questa, grande siccità e clima rovente.

Francesco Galella

Contribuisci anche tu, condividi su:
RSS
Follow by Email
Facebook
Facebook
Google+
http://www.meteolucania.it/ondata-di-caldo-eccezionale-sullitalia-portata-da-jolanda-lanticiclone-nord-africano-oltre-40-gradi-su-molte-regioni/
In Collaborazione con

Ultimi Aggiornamenti da Facebook